logo1.jpg

Abrogazione voucher e modifica solidarietà appalto

E' stato convertito il  il D.L. n. 25/2017 con la legge 20 aprile 2017, n. 49, con cui è stata abrogata, a decorrere dal 17 marzo 2017, la disciplina del lavoro accessorio contenuta nel D.Lgs. n. 81/2015 e modificata la disciplina della responsabilità solidale in materia di appalti.

Leggi tutto...

Abrogazione del Lavoro accessorio

Abrogazione della disciplina del lavoro accessorio

Il 17 marzo 2017 è stato pubblicato  il D.L. 17 marzo 2017, n. 25, con il quale viene abrogata la disciplina del lavoro accessorio contenuta nel D.Lgs. n. 81/2015.

Il decreto prevede una fase transitoria nel corso della quale sarà possibile, fino al 31 dicembre 2017, continuare ad utilizzare i voucher già acquistati prima dell'entrata in vigore del decreto legge ovvero il 17 marzo 2017.

Turismo-Confcommercio integrazione 9 febbraio 2017

Con l'accordo 9 febbraio 2017 le associazioni sindacali hanno convenuto le seguenti integrazioni al c.c.n.l. per il personale dipendente da aziende del settore turismo confcommercio. Le Parti completeranno entro il 28 febbraio 2017 la stesura del testo contrattuale.

 

Leggi tutto...

Turismo - Confcommercio rettifiche trattamento economico

Con accordo 30 novembre 2016, Federalberghi e Faita con la partecipazione di Confcommercio con Filcamsc-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil hanno rettificato i contenuti dell'accordo di rinnovo 18 gennaio 2014 per il personale dipendente da aziende del settore turismo, assunto a decorrere dal 14 novembre 2016.

L'accordo si applica pertanto alle aziende alberghiere e ai Campeggi.

Leggi tutto...

Turismo - Confcommercio intesa detassazione

Le Parti sindacali hanno raggiunto il 5 ottobre 2016 un’intesa quadro per la detassazione delle erogazioni salariali legate al raggiungimento di obiettivi di produttività, redditività e qualità nelle strutture ricettive. Oltre ai classici indicatori di produttività (tasso di occupazione) e redditività (ricavo medio), l’intesa ha individuato strumenti volti a rilevare la capacità dell’azienda di far fronte alle nuove sfide del mercato in materia di reputation, riduzione della dipendenza dagli intermediari, fidelizzazione del cliente e allungamento della permanenza media.

Leggi tutto...

Decreto correttivo al jobs act: modifiche lavoro accessorio

Si riepilogano le presunte correzioni apportate alla disciplina del lavoro accessorio attraverso il decreto correttivo che verrà emanato prossimamente:

a) la  comunicazione, da effettuarsi almeno 60 minuti prima dello svolgimento della prestazione, all’Ispettorato Nazionale del Lavoro dovrà avvenire, si presume, con:

- SMS;

- Posta Elettronica Certificata.

Si indicherà: il codice fiscale dei lavoratori o i suoi dati anagrafici; e la durata e il luogo di svolgimento della prestazione.

L'acquisto dei voucher si effettuerà presso le:

- direzioni provinciali INPS;

- tabaccai;

- o con modalità telematiche.

L'eventuale mancata comunicazione sarà passibile di sanzione amministrativa da euro 400 ad euro 2.400 in relazione a ciascun lavoratore per cui è stata omessa la comunicazione.

Detassazione. Deposito contratti

Per poter fruire della detassazione prevista nel Decreto Interministeriale del 25 marzo 2016, il deposito dei contratti aziendali e territoriali di secondo livello dovrà avvenire esclusivamente in modalità telematica.

Leggi tutto...

Nuove disposizioni per il lavoro accessorio in arrivo

Sembra  in dirittura d’arrivo il decreto correttivo sui buoni lavoro che ne modificherà la procedura d’utilizzo. In pratica le imprese che li utilizzeranno dovranno comunicare preventivamente, in modalità telematica, il nominativo ed il codice fiscale del lavoratore per il quale verranno  utilizzati, insieme con l'indicazione precisa della data e del luogo in cui svolgerà la prestazione lavorativa e della sua durata”. Molto probabilmente il committente dovrà comunicare almeno 60 minuti prima dell’inizio della presentazione lavorativa, mediante sms o email, all’Ispettorato nazionale del lavoro gli identificativi dei lavoratori, indicando altresì il luogo e la durata della prestazione lavorativa. In caso contrario, il committente sconterà una sanzione amministrativa che va da 400 a 2.400 euro, per ciascun lavoratore per il quale non ha proceduto alla comunicazione.

INAIL prorogata la data di disattivazione utenze “Codice ditta”

L’INAIL, con nota n. 44145 del 15 aprile 2016, comunica il differimento al 31 maggio 2016 della data di disattivazione del "Codice ditta" e delle utenze ad esso associate. Pertanto tutte le aziende sono tenute a richiedere sempre attraverso il portale dell'Istituto le "credenziali dispositive".

Dal 12 marzo nuove dimissioni on line

Il Ministero del lavoro, con la circolare n. 12 del 4 marzo 2016, fornisce dei chiarimenti sulla nuova procedura telematica per le dimissioni e la risoluzione consensuale dei rapporti di lavoro, che entrerà in vigore dal 12 marzo 2016.

La nuova disciplina, si applica alle dimissioni comunicate a partire dal 12 marzo 2016, ad eccezione delle seguenti ipotesi:

Leggi tutto...

Modalità di comunicazione delle dimissioni e della risoluzione consensuale

Con il decreto Ministeriale del 15 dicembre 2015, il Ministero del lavoro definisce una nuova modalità di comunicazione delle dimissioni e delle risoluzioni consensuali. Il decreto ministeriale individua un modulo ed evidenzia i dati che sono necessari per comunicare le dimissioni e la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro e la loro revoca e gli standard e le regole tecniche per la compilazione del modulo e per la sua trasmissione al datore di lavoro e alla Direzione territoriale del lavoro competente, in attuazione di quanto previsto dall'art. 26, comma 3, del D.Lgs. n. 151/2015.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 3

Login Form

Sondaggio

Cerca nel sito

Chi è online

Abbiamo 7 visitatori e nessun utente online

Joomla template by Joomlashine.com